Ristorante Asino Cotto > Cucina dittatoriale

Il locale nasce negli anni ’80 dall’entusiasmo della famiglia Valestri, formata da Daniele, Massimo, Simona ed i genitori, proprietari delle mura e gestori del precedente ristorante pizzeria “La Gardenia”, situato sempre a Casalgrande, in via Aldo Moro 62, Reggio Emilia.
Cosa significa Cucina dittatoriale? L’Asino Cotto vuole offrire ai propri ospiti la possibilità di mangiare bene, dall’antipasto al caffè, affidandosi alle scelte culinarie del nostro chef Fabio Ferrari, come fosse un vero e proprio “dittatore”.

In alternativa, potete scegliere le nostre prelibatezze alla carta, dalle Sfiziosità di mezzogiorno ai Menù degustazione, a base di carne o di pesce. Il tutto mantenendo valida e costante la regola del cibo fresco di giornata, ad un ottimo rapporto qualità prezzo. Per rendere varia ed interessante la nostra cucina, strutturiamo le nostre serate in modo tematico, cambiando le basi del nostro menù a seconda dei giorni della settimana.
Da non dimenticare la nostra ottima pizza, cotta in forno a legna. Vi delizieremo attraverso una rivisitazione dell’originaria ricetta dei fratelli Valestri, mantenendo il gusto tradizionale ma con un pizzico di innovazione nelle forme e nei condimenti.

Il ristorante è arredato con classe e con i colori dei nostri prati e delle nostre colline. Inoltre, proponiamo una gradevole ed ampia area estiva, adatta ad ogni occasione.

CURIOSITA’

In collaborazione con l’azienda agricola di Montebaducco, la provenienza delle carni d’asino, il latte e i suoi derivati, è a km 0, essendo la medesima situata in Montebaducco a Quattro Castella (RE)                                                                    Grazie al proprio allevamento d’asini, riconosciuto come il più grande d’Europa, è in grado di fornirci, quindi proporvi, la vendita di tutti i prodotti derivati, dalla mortadella ai biscotti ed ai prodotti cosmetici.